lunedì 22 agosto 2016

I 3 profughi pestati dopo molestie ad una ragazza: “Pezzi di merda via da qui”. (Video)



CATANIA – Spedizione punitiva dopo una lite per degli apprezzamenti molestie nei confronti di una ragazza siciliana da parte di tre clandestini egiziani ospiti di un centro d’accoglienza e cinque siciliani.

«Pezzi di merda non dovete più venirci al paese», urla uno degli aggressori ai ragazzi egiziani, ospiti assieme ad un’altra ventina di minorenni del Centro di prima accoglienza per minori non accompagnati della cooperativa “San Francesco” a San Michele di Ganzaria, a poche ceninaia di metri dal luogo di quello che è stato un vero e proprio agguato. I tre aggressori sono stati individuati e arrestati dai carabinieri proprio grazie al filmato, oggi diffuso ai media. Sono due fratelli, Davide e Giacomo Severo, 32 e 23 anni, e Antonio Spitale di 18. Si cercano altri due uomini ch erano alla guida delle auto usate per la spedizione puntiva.

Alla base dell’aggressione con spranghe e pure con una pistola, risultata poi giocattolo, ci sarebbe una lite avvenuta alcuni giorni prima a San Cono, paese vicino a San Michele di Ganzaria, entrambi nella parte più a sud della provincia di Catania, per un apprezzamento di troppo a una ragazza del luogo. Per la procura di Caltagirone, che indaga, non c’è un vero movente razziale ma l’episodio denuncia un clima di convivenza ormai difficile tra le popolazioni locali e gli ospiti del centro di prima accoglienza, sottolineato proprio da quell’inequivocabile «Ve ne dovete andare da qui», urlato da uno degli aggressori ai quattro ragazzi egiziani.



fonte