mercoledì 25 novembre 2015

Siria, morte le ragazzine austriache che si unirono all’Isis

Bellissime, giovani, con una vita davanti. Ma queste due adolescenti austriache che hanno aderito a Isis e lasciato tutto per la Siria, hanno trovato, una dopo l’altra, la morte.




Riporta il Daily Mail che Samra Kesinovic, 17 anni, è stata picchiata a morte dopo essere stata beccata mentre cercava di fuggire da Raqqa, la roccaforte di Isis. La notizia non è ancora stata confermata dal governo.
La sua amica, Sabina Selimovic, 16 anni è morta durante i combattimenti qualche tempo fa. Le due ragazze, di origine bosniaca ma residenti in Austria, si trasferirono in Siria nell’aprile del 2014.
Erano scomprse nell’aprole del 2014 e le autorità turche  confermaarono allora che le due ragazze erano giunte su territorio turco, ma da quel momento non si seppe più nulla.
Il giornale austriaco Kronen Zeitung scrisse che le due giovani, di origini bosniache, avrebbero lasciato una lettera ai genitori con la quale spiegavano loro l’intenzione di “combattere per l’Islam in Siria”. Un’ipotesi rafforzata dalle foto postate qualche tempo dopo dalle due giovani su Facebook, dove le si vedeva col velo, accerchiate da combattenti armati.


fonte