giovedì 30 ottobre 2014

Caritas Milano: “Troppi clandestini, non sappiamo dove metterli”


MILANO – “Il problema dell’arrivo dei minori stranieri non accompagnati sta esplodendo: Milano non riesce a far fronte alle necessità di ospitarli secondo determinati parametri, perché la legge prevede un regime di tutela particolare e non si possono certo mettere i minori nei dormitori per gli adulti”.

A lanciare l’allarme sul sempre più esorbitante numero di clandestini inviati dal governo a Milano, e tutti frutto dell’operazione Mare Nostrum, è nientepopodimenoche il direttore di Caritas ambrosiana, don Roberto Davanzo, che del business degli immigrati fa solitamente un fiore all’occhiello della propria associazione. Ma quando un hotel è pieno, è pieno.

L’allarme è venuto durante la presentazione del tredicesimo ‘Rapporto sulle povertà nella diocesi di Milano’ stamattina nella sede milanese di Caritas.

Ma attenzione. Perché Davanzo ha due occhi grandi: “le istituzioni dovrebbero quantomeno convocare degli spazi di confronto, in modo che le strutture che si occupano di minori possano avere delle facilitazioni o deroghe”.

Non c’è nulla da fare, questi pensano solo al business: ad allargarlo.

fonte