sabato 9 giugno 2018

Arriva la conferma ufficiale: profughi si lanciano sulle auto per farsi risarcire (FOTO)


Scatta l’allerta: profughi si lanciano sulle auto per farsi risarcire 

Alba Adriatica, Teramo. Giovani di colore si “lanciano” sulle auto di passaggio facendo finta di essere stati investiti e chiedendo soldi agli automobilisti.
Dopo aver pubblicato questo articolo,  stati accusati di aver messo in circolazione una fake news, peccato però che siano arrivate le conferme da parte dei cittadini, come scrive Daniele per esempio, con tanto di foto a testimonianza dell’accaduto.



Il tam tam è ribalzato sui social e su WhatApp. Episodi che sarebbero accaduti al semaforo tra via Roma, ad Alba Adriatica. Sulla veridicità della segnalazione, che poi è rimbalzata per tutta la giornata, allo stato attuale non ci sono conferme da parte delle autorità, relativamente a denunce o segnalazioni. In ogni caso l’allarme è diventato virale.
Quanto abbiamo scritto trova riscontro nelle numerose segnalazioni dei cittadini. Alcuni buonisti e finti paladini del web ci hanno accusato sostenendo che si tratti di una bufala, attaccandoci sulla foto utilizzata nell’articolo (non avendo un video ufficiale abbiamo preso una semplice foto dimostrativa tratta da internet). Peccato però che scorrendo e leggendo bene i commenti, siano in molti ad aver segnalato i fatti descritti all’inizio dell’articolo. Di seguito alcuni screenshot delle segnalazioni.



Da notare il solito commento buonista “Successe anche a me, ma era italianissimo”, per minimizzare come al solito l’operato dei nostri “ospiti”. Non sia mai che si dica che non ci paghino le pensioni.


 Eccone qui un’altra. Non abbiamo mai detto che si potesse trattare di una bufala, quanto di una semplice segnalazione da verificare. Ormai con la scusa delle bufale si prova a censurare qualunque cosa.


Per fortuna esiste ancora qualche cittadino con un po’ di buon senso che riesce a ragionare con la mente lucida senza farsi fare il lavaggio del cervello da chi grida subito al “fassssisssmo, rassssismo, qualunquisssssmo, bufalahhh1!1!1!1!1!1!!1!1”


Non sapendo a cosa attaccarsi si attaccano all’immagine (dimostrativa) dell’articolo, come se fosse sempre possibile riprendere e postare un video vero, od una foto originale di ogni fatto di cronaca. Da minus habens.


Ormai come potete vedere i radical chic buonisti sono paragonabili ai negazionisti che sostengono che i numeri dell’olocausto siano falsi. Puoi mostrargli tutto il degrado che i finti profughi causano nel nostro Paese, ma ti ripeteranno sempre come dei pappagalli che quella volta “anche un italiano…”. Inutile continuare a discutere con chi non vuol né vedere, né sentire. Per fortuna noi lasciamo parlare i numeri: in Italia gli immigrati commettono oltre il 40% dei reati pur rappresentando solo l’9,5% circa della popolazione.
SEGNALAZIONI ANCHE NEL NOSTRO POST SU FACEBOOK
5 cittadini hanno segnalato di essere stati coinvolti in episodi analoghi proprio nei commenti del post della pagina