sabato 5 maggio 2018

L’ospedale di Lodi si piega all’Islam. Furia Meloni: «La sharia non sarà mai legge»




Siamo alla follia. Una storia assurda. A sollevare il caso è sito del quotidiano Il Cittadino, citato  da Giorgia Meloni su Facebook. La notizia sconcertante è che un ospedale di Lodi ha imposto lo stop alle membrane di origine suina per le protesi e solo personale femminile per le pazienti musulmane. La leader di Fratelli d’Italia, così, punta il dito sul social: «È il delirante contenuto di un protocollo adottato dall’Ospedale di Lodi. A nome di Fratelli d’Italia presenterò oggi stesso, insieme a tutti i nostri parlamentari eletti in Lombardia, un’interrogazione urgente per bloccare questa follia. La sharia non sarà mai legge in Italia!», conclude la Meloni.

Protocollo per le donne islamiche

L’ospedale di Lodi sta assecondando le esigenze delle donne di religione islamica. Il primario del reparto di Chirurgia plastica Daniele Blandini ha steso un protocollo ad hoc -leggiamo su Il Cittadino – che è stato approvato dalla direzione e concordato con la comunità islamica, nella moschea di via Lodi Vecchio. Si tratta del primo progetto in Italia. Un progetto che prevede anche l’assistenza di sole operatrici donna per le ammalate musulmane. Il tutto sovvertendo un regolamento che è in vigore da sempre in tutti gli ospedali.
«Abbiamo steso un protocollo – spiega Blandini – per la ricostruzione mammaria alle pazienti di religione islamica. L’esigenza nasce dal fatto che le tecniche ricostruttive più moderne prevedono talvolta, dopo l’asportazione del tumore, l’uso di materiali biologici di provenienza suina. In particolare, si utilizza il derma porcino per la membrana che ha la funzione di ricoprire il muscolo e la protesi e che consente la ricostruzione immediata della mammella. Abbiamo fatto delle ricerche per individuare delle aziende che fornissero materiali differenti, per andare incontro alle esigenze delle donne di religione islamica. Ne abbiamo trovata una italiana che utilizza, con la stessa funzione, il pericardio del cavallo. Il materiale deve essere forzatamente di origine animale perché deve integrarsi con la pelle della donna».

Ira social

Solo in Italia si vedono certe oscenità! – è il commento sui social e sul profilo di Giorgia Meloni. «Questi vengono e dettano legge, ma la cosa più assurda è che vengono assecondati. Se solo noi,nei loro paesi,ci permettiamo di fare o dire in modo diverso veniamo presi e messi dentro. Sei in Italia? Bene,allora rispetti le regole e se l’infermiere uomo non ti garba esci e sparisci altrove. Basta,non se ne può più!!!!!!”

fonte