domenica 15 aprile 2018

Ladro albanese in ospedale dopo la rapina, il leghista presenta il conto: “Ti abbiamo curato, ora devi restituire 6.500 euro agli italiani”



L’europarlamentare della Lega Angelo Ciocca oggi si è recato al policlinico San Matteo di Pavia per parlare con Zef Tuci e consegnargli un cartello.
Tuci, albanese di ventisei anni, è finito in ospedale dopo che Antonio Bonfiglio, cinquantasei anni di Casteggio, due settimane fa gli ha sparato trovandolo nottetempo nella sua proprietà: secondo le accuse, Tuci aveva intenzione di introdursi in casa del casteggiano per rubare ed era anche armato di bastone.

Leghista al ladro: ‘Scusati e vai via’. Eurodeputato Ciocca con cartello in ospedale, ci costi 6500 euro

“Devi chiedere scusa agli italiani che hanno dovuto sborsare oltre 6.500 euro per curarti. Sei venuto in Italia per derubarci, ora devi tornare al tuo Paese”.

Con queste parole Angelo Ciocca, europarlamentare pavese della Lega, si è rivolto oggi a un ventiseienne albanese ricoverato al Policlinico San Matteo di Pavia.
Il giovane nei giorni scorsi si era reso protagonista di un tentativo di rapina in un’abitazione a Casteggio (Pavia), rimanendo ferito dal proprietario dell’abitazione, un camionista di 56 anni, che ora è indagato per eccesso di legittima difesa.
Ciocca ha consegnato all’albanese ferito un cartello con la cifra sostenuta in spese sanitarie per curarlo.

Questo signore – commenta l’eurodeputato pavese – delinquente, irregolare, che viene nel nostro Paese per derubarci,
dovrebbe ringraziare tutti i cittadini italiani che con grande civiltà lo hanno curato a proprie spese. Non vogliamo delinquenti sul nostro territorio. Chiediamo che venga cambiata la legge sulla legittima difesa“.

fonte