domenica 8 maggio 2016

Il grillino Martelli: "Perché in Italia non si possono fare matrimoni plurimi?"


Ecco la proposta choc del senatore grillino Carlo Martelli


Davanti alle stravanganti proposte grilline non ci si annoia mai. Il senatore Carlo Martelli, durante una discussione in Aula, ha esordito: "In Italia non si è mai messa in discussione il fatto che il matrimonio debba essere una cosa binaria, a due.


Anzi questa cosa viene continuamente venduta come famiglia naturale. Ma naturale de che?", si chiede il parlamentare pentastellato. "Il matrimonio binario è una costruzione sociale data da un determinato tipo di religione", afferma Martelli secondo il quale: "Se si voleva fare qualcosa di veramente avanzato, come fanno i buddisti, si doveva prevedere qualcosa di plurimo". "Se si dice che l'amore deve essere libero - prosegue il grillini nel suo paradossale ragionamento - allora anche 4, 5, 6 persone debbono potersi sposare con le evidenti economie di scala che si otterrebbero in termini di tutela dei minori perché se un bambino ha più genitori non è più ostaggio delle eventuali liti tra due". I grillini non sono nuovi a idee così strampalate ma, questa, a parer nostro, è in linea con la proposta di legge che aveva avanzato il deputato Carlo Sibilia ad inizio legislatura: legalizzare il matrimonio tra specie. A confronto l'idea della candidata Virginia Raggi di costruire una funivia per collegare le periferie di Roma è roba da premi Nobel...

fonte