martedì 12 gennaio 2016

PROFUGHI: RAGAZZINA CIRCONDATA E STUPRATA IN PISCINA, RAGAZZA VIOLENTATA IN CIMITERO



Prosegue senza soste il jihad sessuale dei profughi islamici in Europa. Tre adolescenti siriani di circa 15 anni sono stati arrestati per lo stupro di una ragazzina di 17 anni, aggredita in una piscina pubblica a Monaco. La violenza 2 giorni fa, ma come sempre la polizia tedesca tenta di nascondere la realtà fino all’ultimo.

Il trio ha circondato l’adolescente e la sorella, uno dei ragazzi le ha strappato il costume da bagno ed è riuscito a penetrarla con le dita. Anche la sorella è stata pesantemente molestata ma ha evitata la violenza per l’arrivo di un bagnino.

I tre sono tutti richiedenti asilo . Ma avendo meno di 15 anni, almeno in teoria, non sono stati rilasciati e saranno processati a norma del diritto minorile.

Sempre in Germania, da segnalare sempre oggi l’arresto per stupro e tentato omicidio ai danni di una donna di 24 anni, attaccata la vigilia di Natale. L’aggressore, di 20 anni, arriva dal Marocco, è stato rintracciato anche lui, marocchino, in un centro per richiedenti asilo.

Durante l’attacco, Gelsenkirchen, la donna è stata avvicinata da dietro e picchiata fino a svenire, prima di essere trascinata in un cimitero e violentata.

E la violenza dei profughi non si limita certo alla Germania. Sono stati arrestati due rifugiati afghani per lo stupro di una donna su un treno in Francia. Le autorità sono alla ricerca di un terzo sospetto.
La vittima è una donna di 28 anni, i profughi hanno 19 e 45 anni.
C’è una sola soluzione: se la scriviamo ci chiudono.

fonte