lunedì 2 novembre 2015

La furia di 15 nordafricani contro un pullman di giovani







Violenza senza precedenti a Belluno. Il blitz dopo la festa di Halloween: ferita una ragazza, rapinato l'autista



La festa di Halloween si trasforma in un incubo senza precedenti. Calci, pugni e sputi. 

E pure una rapina. Per un gruppo di ragazzi, circa una cinquantina partiti dal Bellunese per festeggiare la notte delle zucche, è finita davvero male. Contro diu loro si è, infatti, scatenata la furia di una cinquantina di nordafricani che, dopo averli pestati e impauriti, li hanno persino derubati. Non se l'è vista bene nemmeno l'autista del pullman che ha dovuto sottostare alle violenze degli extracomunitari.

Come racconta il Gazzettino, i ragazzi e l'autista sono stati aggrediti dopo la festa di Halloween al centro Fallai a Conegliano, un paese in provincia di Treviso. Una quindicina di nordafricani, tutti di età compresa tra i 16 e i 21 anni, si è scagliato contro la comutiva di bellunesi con calci sputi e pugni. È addirittura volato un tombino che ha colpito una ragazza che è finita all’ospedale. Gli extracomunitari si sono, poi, sfogati contro il pullman della ditta bellunese Monego di Santa Giustina. Il mezzo ha, infatti, riportato ingenti danni. Secondo il Gazzettino, la furia dei nordafricani sarebbe stata scatenato da un piccolo litigio per una ragazza. La lite ha acceso gli animi a tal punto da "portare il gruppo di magrebini ad accerchiare il pullman, sequestrare le chiavi del mezzo e dare via alla maxi rissa". Come se non bastasse, il gruppo di facinorosi nordafricani ha rapinato l’autista, un 51enne di Belluno, portandogli via le chiavi del mezzo e il borsello con patente e effetti personali. Non appena sono arrivati i carabinieri gli immigrati si sono dileguati. I militari sono comunque riusciti a fermarne un paio che sono stati poi riconosciuti dall’autista.

fonte