giovedì 8 ottobre 2015

Vietare a scuola Cappuccetto Rosso e Cenerentola: “Favole sessiste”



La ex sinistra europea è in preda ad una crisi intellettuale senza precedenti, sballottata in una sorta di valzer schizofrenico tra filo-islamismo e genderismo.
La notizia che arriva dalla Francia definisce bene il totalitarismo moderno.
Il governo francese, con il suo ministro dell’Istruzione, Najat Vallaud-Belkacem (anche la Francia ha le sue Boldrini), ha annunciato la caccia a quelli che definisce “gli stereotipi di genere nei manuali scolastici”.

Per farlo si è affidata a uno studio del centro Hubertine Auclert, secondo cui “numerose favole della cultura popolare”, come Cappuccetto Rosso, Cenerentola o Hansel e Gretel, sono “imbottite di rappresentazioni sessiste”.
Per questo, la favola di Cappuccetto Rosso e Cenerentola dovrebbero essere bandite dai libri di scuola. Sostituite, magari, da qualche ‘bella’ favola gay, dove il principe è una stregona africana. Così anche i ‘rassismo’ è sistemato.
Dementi.

fonte