sabato 17 ottobre 2015

Emergenza stupri in Germania: “Non avete idea di quello che fanno i profughi” – VIDEO


Le violenza sessuali sono ora un ‘evento di tutti i giorni’. Con 100 casi di stupro nei soli ultimi tre mesi in un unico centro.

Non solo, le poche donne ospitate nei centri tedeschi come profughe (spesso trascinate insieme ai bambini come scudi umani per muovere a compassione) sono costrette a prostituirsi in cambio di 10 euro. Quando va bene.

Il paese – che solo nell’ultimo mese ha visto una invasione di quasi mezzo milione di richiedenti asilo – ha visto un picco di violenza nei centri nelle ultime settimane.
Le violenza sessuali sono ora un ‘evento di tutti i giorni’. Con 100 casi di stupro nei soli ultimi tre mesi in un unico centro.

Ad un centro nella città di Kitzingen, i funzionari ora impiegano solo personale di pulizia maschio, dopo che una lavoratrice è stata violentata ogni giorno per dieci giorni da due profughi.
Nello stato del Baden-Wuerttemberg, ci sono state segnalazioni di sei stupri nei campi profughi di recente, mentre l’organizzazione per i diritti delle donne ha affermato che, oltre agli stupri, i profughi pretendono dalle ‘loro’ donne, rapporti sessuali ‘low-cost': del resto sono in Germania per abbassare gli stipendi dei lavoratori.

Nel frattempo, scontri di massa sono scoppiati all’inizio di questo mese tra decine di finti profughi dall’Albania e dall’Afghanistan.
Alcuni erano armati di coltelli e uno una pistola. La polizia antisommossa è stata costretta a reprimere la rivolta.

Rainer Wendt, capo del Sindacato di Polizia, ha detto in tv:
Sui media, questi scontri vengono spesso derubricati a battibecchi sul cibo o sulla quantità di vestiti, ma non è così. E’ peggio.
Dobbiamo entrare più volte con una forte dimostrazione di forza.
Non potete nemmeno immaginare, cosa accade là dentro“.




fonte