martedì 29 settembre 2015

Manifesti islamici “Italiani, le vostre donnacce ci dovranno servire”


Sono comparsi in centro a Mestre, volantini di trenta centimetri per venti, in pratica un foglio A4
«Italiani adesso ridete, ma vedrete fra vent’anni quando le vostre donnacce ci dovranno servire e i vostri figli umiliarsi». Questa scritta campeggiava sullo striscione di una donna fotografata con altri islamici intenti a pregare Allah. Sono finora 3 le copie rinvenute in città e acquisite dalla Digos che sta indagando.
Chissà cosa ne pensano il papa abusivo e la Boldrini.


Allo stato attuale tutte le strade sono aperte. Da quella riconducibile a qualche  simpatizzante per la causa jihadista (in un contesto sociale in cui la presenza di cittadini di fede islamica è piuttosto consistente) fino a quella ipotizzata dai soliti xenofili ottusi che pensano ad una matrice di estrema destra, per aizzare lo “spirito islamofobo“. Come se ce ne fosse bisogno! Questo spiega bene che cosa è la legge islamica Arabia Saudita: 21enne condannato a decapitazione e crocifissione pubblica  oppure  Tunisia: 22enne condannato a un anno di carcere per omosessualità o ancora   Genitori turchi drogano e sequestrano la figlia, “e’ troppo occidentale” (per portare i tre esempi piu’ recenti).
Nelle zone in cui sono stati ritrovati questi “proclami” risultano installate diverse telecamere di sorveglianza poiché ci sono numerose attività commerciali. Probabilmente gli obiettivi puntati all’esterno potrebbero aver ripreso qualcosa.

fonte