venerdì 6 febbraio 2015

blitz dei Nas in un panificio: pane cotto tra le blatte e col legno degli infissi



Il NAS di Caserta, nel corso di un controllo nel campo della produzione artigianale del pane, ha bloccato l’attività di un forno a legna per gravi carenze igienico-sanitarie.   I militari hanno constatato che i locali erano infestati da blatte ed accertato che il titolare dell’attività non attuava le procedure di autocontrollo per garantire la salubrità dei prodotti messi in commercio.  

All’interno dei locali hanno rinvenuto, inoltre, scarti di legname (pedane, infissi e scaffali) utilizzati per cuocere il pane ed i prodotti da forno che, così, venivano a contatto con sostanze tossiche e pericolose per la salute pubblica.  Il materiale di risulta, classificato come rifiuto speciale, non può essere impiegato per l’alimentazione dei forni che richiedono, invece, esclusivamente legna o prodotti legnosi idonei allo scopo. Per le gravi violazioni riscontrate e l’assenza dei requisiti igienico-sanitari è stata disposta l’immediata chiusura del panificio e sequestrate le attrezzature. Al titolare del panificio sono state contestate sanzioni amministrative per diverse migliaia di euro.

fonte