martedì 28 ottobre 2014

Volano gli stracci tra il comico e Crocetta: ”Grillo è un ignorante omofobo filomafioso”




28 ottobre – ”Grillo è un emerito ignorante, filomafioso” dice netto Rosario Crocetta. ”Parole aberranti” gli fa eco Maria Falcone. E’ polemica per le frasi pronunciate dal leader del M5S nel giorno della ‘sfiducia day’, organizzato in Sicilia dai pentastellati. “La mafia aveva una sua morale“, ha detto dal palco davanti al Parlamento regionale siciliano.

CROCETTA – “Grillo è un millantatore, un emerito ignorante, uno xenofobo, omofobo e filomafioso che cerca i voti di Cosa nostra e che vuole consegnare la Sicilia ai vecchi gruppi di potere”, replica il Governatore siciliano. “La mafia non ha mai avuto una condotta morale – dice Crocetta all’Adnkronos – Cosa nostra ha sterminato bambini anche nel passato e la novità degli intrecci con gli affari è solo una stupidità storica di chi non conosce la mafia. Invece di parlare della mafia Grillo torni a fare i suoi show. Non si avventuri su questo terreno. Quando uno parla della mafia con la disinvoltura con cui lo fa Grillo, dicendo che bisogna quotarla in borsa, questi affari se li vada a fare a Genova”. “Grillo pensa che possa sostituirsi nel consenso, così come al Nord fa con la Lega, al Sud lo fa con l’arretratezza e la conservazione mafiosa. Arriva i difendere i padrini, ormai è chiaro che va a braccetto con Dell’Utri“, dice. “Ma sottovaluta culturalmente i siciliani – aggiunge Crocetta – I siciliani dovrebbero fare con Grillo quello che hanno fatto la scorsa settimana gli alluvionati di Genova con lui, gli hanno detto ‘Vai a spalare’. E lo stesso dovrebbero fare i siciliani”.

Quanto alla ‘sfiducia day’ e alla raccolta di firme contro il Governatore, organizzata dal M5S, Crocetta dice: “E’ stato un flopday, altro che sfiducia day. Non mi pare che siano più le folle oceaniche del passato per Grillo, per un evento annunciato da giorni con musica e spettacolo”.
E commentando la frase di Beppe Grillo, secondo cui “Crocetta non si sa cosa è sotto tutti i punti di vista”, il Presidente della Regione siciliana replica: “Si capisce, invece, benissimo quello che sono. Invece non si capisce Grillo. Perché dietro questo barbone c’è il volto bieco dei potentati economici siciliani e italiani”.

Sull’intervento di Grillo dal palco sistemato davanti a Palazzo dei Normanni, Grillo dice: “Mi sono fatto una risata, ma gelida. Perché mentre prima faceva ridere, ora penso che i siciliani e gli italiani devono capire che si trovano di fronte a un millantatore che si presenta come antisistema e invece è la stampella del sistema di potere”. ADNKRONOS