martedì 7 ottobre 2014

Russia verso settimana lavorativa di 4 giorni



MOSCA – Il suggerimento dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro delle Nazioni Unite, ILO, di passare a una settimana lavorativa di 4 giorni, senza tagliare gli stipendi dei lavoratori, è stato accolto e sarà discusso questa settimana dal Comitato russo della Camera per il Lavoro alla Duma di Stato, assemblea rappresentativa.

Jon Messenger, team leader della ILO, ha dettagliato in un suo articolo sul sito dell’Organizzazione tutti i vantaggi della settimana lavorativa corta, in breve secondo lui “una settimana lavorativa di 4 giorni renderebbe le persone più sane e felici; creerebbe più posti di lavoro e aumenterebbe la produttività di ogni singolo lavoratore; inoltre la riduzione degli orari di lavoro aiuterebbe la lotta all’inquinamento ambientale”. Al riguardo persino il capo della Virgin Group, Richard Branson, e il CEO di Google, Larry Page, oltre ad altri imprenditori di spicco, hanno espresso pieno sostegno al’iniziativa della settimana lavorativa più corta.

La Russia, commentando la proposta, ha riferito che potrebbe essere possibile l’introduzione di una settimana lavorativa di 36 ore, invece delle 40 attuali. Da segnalare che negli ultimi mesi alcuni settori dell’economia russa, come l’industria automobilistica, sono stati costretti a tagliare posti di lavoro a causa della domanda in forte calo. Tuttavia, il tasso di disoccupazione nazionale elaborato ad agosto è fermo intorno al 4,9%.

fonte