lunedì 27 ottobre 2014

Il sindaco ci ha detto che non ci sono case per noi italiani.


Magdi Cristiano Allam

Ho da poco ricevuto questa drammatica testimonianza di una coppia italiana ridotta in povertà e discriminata rispetto agli immigrati. Ve la propongo eliminando i dati personali.
"Io e il mio compagno siamo entrambi senza lavoro, lui da due anni (ha 56 anni e disabile al 60%) io da giugno dopo aver fatto un anno di Cassa integrazione. Mercoledì scorso sono andata a parlare con il Sindaco del mio paese esponendo nuovamente il problema, (a maggio era già stato il mio compagno).
Ci ha detto che non ci sono case per noi italiani. Ma ahimè ho assistito ad una scena a dir poco agghiacciante... Una coppia africana, con due figli, ospite in albergo a spese del Comune, e quindi di noi cittadini, pretendevano una casa. Hanno iniziato ad urlare offendendo il Sindaco e l'assistente sociale, tant'è che il Sindaco ha dovuto farli uscire dalla stanza (sembrerebbe avessero un coltello nello zaino).
La storia non si è conclusa lì. La moglie ha iniziato a minacciare di dormire nel Comune. A nulla è servito l'intervento di tre vigili.
Bene il Sindaco le ha detto che le ha trovato un appartamento in una vicina città spesato dal Comune. Ma loro non hanno accettato l'offerta. La donnacafricana ha continuato ad urlare dicendo che vuole un appartamento in paese ... Ha dato del bastardo al Sindaco. Dopo 1 ora e mezza di show gli animi si sono calmati con l'intervento dei Carabinieri. Questa è la sintesi di quello che è successo, potrei continuare ancora.... Premesso che se gli dessero un appartamento, l'affitto, bollette, scuolabus ecc. Sarebbe a carico del comune in quanto la coppia è senza lavoro e con due figli.
Detto questo ora io mi chiedo perché a loro è stata data più di una opzione e io rischio di trovarmi in una strada??? Le chiedo scusa dello sfogo ma mi creda questo Stato mi ha tolto la dignità. Sarebbe da chiederci più spesso perché poi le persone decidono di togliersi la vita. Lo Stato sta facendo del razzismo con noi italiani".

Questo sindaco dovrebbe vergognarsi. Questo Stato ha tradito gli italiani. Non possiamo più continuare a subire la discriminazione nei nostri confronti qui a casa nostra privilegiando gli immigrati. È ora di dire basta! È ora di ribellarci!