mercoledì 17 settembre 2014

Su 66 alunni dell’asilo solo un’italiana



La mamma della bimba scrive al sindaco (leghista) Bitonci. E le insegnanti lamentano l’assenza di mediatori culturali


PADOVA - Nella scuola materna Quadrifoglio del quartiere Arcella a Padova su 66 bambini iscritti, solo una bimba è italiana. A denunciare la sproporzione proprio la mamma della piccola padovana secondo la quale la scelta educativa e didattica è sbagliata. La donna ha scritto al sindaco leghista di Padova Massimo Bitonci, anche se la scuola è statale e non comunale, e in attesa di una risposta precisa che la sua protesta non è legata a motivi razziali ma alla preoccupazione che la bambina non possa essere indirizzata verso un cultura cristiana. Una preoccupazione condivisa dalle sei insegnanti che lamentano l’assenza di mediatori linguistici e culturali.

E’ un quartiere ad alta densità di stranieri l’Arcella di Padova, ma finora non si era mai verificata una situazione del genere, pur essendo le classi di tutte le scuole della zona frequentate in maggioranza da stranieri. «Con un rapporto così sproporzionato non si può parlare di integrazione», si è lamentata la mamma della piccola italiana alla scuola Quadrifoglio. Protestano le maestre, che dicono di trovarsi in seria difficoltà per la mancanza dei mediatori culturali, come è successo il primo giorno di scuola, quando per comunicare con una mamma cinese che non conosceva una parola di italiano perchè era a Padova da poco, hanno dovuto con fatica trovare un’altra mamma cinese che facesse da interprete.

fonte