venerdì 9 maggio 2014

Quando il M5S si vantava di aver fatto eleggere la Boldrini

image
Per il M5S oggi Laura Boldrini è il diavolo. E ci mancherebbe altro, dopo ciò che ha combinato quest’ultima. Eppure non è sempre stato così. Anzi, il partito di Grillo arrivò addirittura a vantarsi, pur criticandone le logiche, dell’elezione di Laura Boldrini, nonostante i deputati del Movimento 5 Stelle avessero votato compatti per il loro candidato Roberto Fico. Lo fece il 16 marzo 2013, per bocca del suo primo capogruppo al Senato, Vito Crimi, il quale, commentando l’elezione di Grasso e Boldrini alla presidenza di Senato e Camera, disse:
”Prendiamo atto che abbiamo stimolato una scelta un po’ piu’ qualificata e di questo siamo contenti, e’ un buon segno. Sono stati indicati nomi fuori dagli apparati di partito classici per la presidenza di Camera e Senato, ma siamo sempre nella stessa logica di spartizione delle cariche a tavolino tra due partiti, Pd e Sel. E’ una logica da vecchia politica”. (gelsi.it)